focus

centri e cooperative

disciplinari



link link meteo foggia livello diga osservatorio prezzi ortaggi normativa unaproa
newsletter
Iscriviti alla newsletter di APOFOGGIA. Tutte le novità sul mondo ortofrutticolo direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Settore in difficolta per costi in aumento e la guerra


A una situazione già difficile si vanno ora ad aggiungere i problemi connessi all’instabilità del rublo e alla chiusura dei mercati dell’Est Europa. In Russia, come è noto, la UE non esporta più nulla dal 2014, anno dell’embargo e le esportazioni ortofrutticole europee dirette in Ucraina e Bielorussia hanno volumi contenuti. Tra i prodotti ortofrutticoli che si stanno riversando sul mercato europeo ci sono oltre alle mele anche le pere, che già avevano subito quest’anno in Italia un drastico calo del raccolto del 60% e che ora sono interessate da una riduzione di 20-25 cent/chilo delle quotazioni. Le mele sono alle prese con difficoltà crescenti, legate sia all’abbassamento dei prezzi per il prodotto standard sia al mantenimento degli attuali canali di esportazione, ad esempio per le spedizioni del prodotto Secondo il Coordinatore Vernocchi (nella foto) sono necessarie da un lato misure per ridurre i costi della logistica, dall’altro il ripristino di misure di ritiro straordinario per la distribuzione agli indigenti di prodotti destinati sia al consumo fresco che alla trasformazione industriale. Le difficoltà attuali riscontrate dalle imprese nel trovare nuovi sbocci commerciali alle loro produzioni rende inoltre sempre più impellente “riuscire a superare i problemi che rallentano fortemente l’apertura di nuovi mercati extra UE, che purtroppo resta vincolata all’approvazione o revisione di protocolli fitosanitari che risentono di tempi di negoziato ancor più inaccettabili nel nuovo contesto”. Vernocchi auspica infine “un intervento specifico da parte della Commissione, sia per definire deroghe transitorie che consentano alle OP una maggiore flessibilità di gestione dei programmi operativi per riadattare i loro piani con interventi coerenti e congrui per fronteggiare la crisi, sia per rendere pienamente attuabile la distribuzione gratuita di ortofrutta trasformata alle Organizzazioni caritative, anche attraverso un loro coordinamento europeo”.

Fonte: ufficio stampa Alleanza Cooperative Agroalimentari




Ordinanza della Regione Puglia - previste sanzioni penali -

27/07/2021

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha
emanato l’ordinanza n.182 avente ad oggetto “Attività
lav...

Tavolo Operativo alla presenza del ministro Patuanelli

09/04/2021

Una rivoluzione che, finalmente, avrà una guida
istituzionale: a Roma si sono accorti che l´ortofrutta esiste ...

Disciplinare di Produzione Pomodoro da Industria 2021

02/04/2021

Le organizzazione di produttori di concerto con l´Anicav hanno



rilasciato il Disciplinare di Produzione ...
powered by netplanet

Partita IVA 01808870719