focus

centri e cooperative

disciplinari



link link meteo foggia livello diga osservatorio prezzi ortaggi normativa unaproa
newsletter
Iscriviti alla newsletter di APOFOGGIA. Tutte le novità sul mondo ortofrutticolo direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Contrattazione per la campagna del pomodoro da industria 2016 nel bacino Centro-Sud Prezzo di contratto in caduta libera


Iniziati gli incontri tra l’Anicav , unione nazionale che annovera la maggioranza delle industrie conserviere che operano nel Bacino Centro-Sud e le Organizzazioni di Produttori per la definizione di un prezzo medio contrattuale da applicare per la future forniture di pomodoro da industria .Lo scenario che si è delineato nella prima riunione tenutasi presso la Stazione Sperimentale per le Industrie delle Conserve Alimentari di Angri è fortemente scoraggiante per le due componenti di base della filiera pomodoricola del Centro-Sud. E’ stata effettuata dal direttore dell’ANICAV , dr. De Angelis una circostanziata disamina dei dati delle giacenze industriali e il raffronto dei quantitativi avviati alla trasformazione nazionale e mondiale, da cui è emerso un progressivo aumento a livello mondiale del 27% e a livello nazionale del 24 % nell’ultimo triennio , nonché i prezzi e i livelli degli scambi commerciali i cui valori non sono mai stati così bassi come in questo inizio di anno.Alla luce di ciò , la Rappresentanza Industriale ha invitato la Componente Agricola a ridurre gli investimenti in modo tale da non superare i 24 milioni di quintali di pomodoro da avviare alla trasformazione nel bacino Centro-Sud.Questa richiesta comporterebbe la riduzione di circa 4.000 ettari rispetto agli ettari coltivati nel 2015; ma, secondo l’Anicav, questa unica azione non sarebbe in grado di evitare il rischio di default dell’intera filiera se non affiancata da un riallineamento del prezzo della materia prima con quello riconosciuto dagli industriali spagnoli e portoghesi, che sui mercati nord-europei , anche nel settore dei trasformati di pomodoro, sono diventati temibili competitors del prodotto italiano sui mercati nord-europei.In sostanza gli industriali dell’ Anicav hanno espressamente dichiarato di non essere in grado di riconoscere per la prossima campagna un prezzo di contratto di molto superiore a 76 Euro/ton per il pomodoro tondo ( 2015 : 95 €/ton) che è a quanto applicato nel 2015 riconosciuto agli agricoltori spagnoli e portoghesi da parte dell’industria conserviera.




DISCIPLINARE DI PRODUZIONE POMODORO DA INDUSTRIA 2017

13/04/2017

Nel Link A SINISTRA della home page "DISCIPLINARI
PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI", abbiamo pubblicato, la stesura...

Targa d´oro Mutti 2016

29/11/2016

L’Azienda Alimentare Mutti ha assegnato a Lucera le
Targhe d’Oro, il riconoscimento destinato ai migliori
produt...

RIPARTE IL DISTRETTO DEL POMODORO DA INDUSTRIA DEL CENTRO SUD

25/02/2016

Si è svolta ad Angri l’Assemblea del Polo Distrettuale del
Pomodoro da
Industria del Centro Sud Italia, cui hann...
powered by netplanet

Partita IVA 01808870719